20070604

Idee Concetti Dialoghi Cose

Non mi è mai stato chiara l'idea di tempo materiale.
Mi fa pensare al tempo come ad un grosso biscotto, di quelli danesi al burro, quello che nella confezione sembra un salsicciotto di pastafrolla chiuso a fare un cerchio, che si sbriciola con la lingua, ed ognuno ha il suo, ma ci sono delle formichine che stacanoviste lo rosicchiano, e solo ogni tanto un enorme gigante bonaccione te ne ridà uno nuovo, che subito le formiche prendono a rosicchiarti.


Oggi è sorto alla mia attenzione il fatto che io sarei le ciabatte di Cristo. Ramen. Altri ne sarebbero le ascelle.

Vorrei spendere due parole su di un uomo chiamato cespuglio, ma mi pare pleonastico. Almeno lo è oggi.

Inoltre vorrei che questo post fosse meno breve, quindi sto scrivendo questa frase per aumentarne la lunghezza, benchè non a dismisura. Il fatto di non stare effettivamente scrivendo nulla un poco mi dispiace, ma davvero tutte le idee che avevo pronte in testa sono svanite come fumo al vento, anche forse per responsabilità e motivazioni esterne alla mia volontà. Tra queste non dimentichiamo il sonno, il buco nell'ozono e lo scudo spaziale.

4 commenti:

Jager_Master ha detto...

giuro che a seguire i link sono arrivato alla fine completamente disperso.
Ho aperto 4 finestre, di cui una su gesù e non so che fare.

Aiuto.

Bovaz ha detto...

tranquillo barf. con calma.
fai un respiro profondo.
leva la mano dalle mutande.
anche l'altra.
ora chiudi le finestre di troppo.

Jager_Master ha detto...

fatto. ho ancora una finestra aperta nelle mutande. che faccio: mi ci butto?

Bovaz ha detto...

meglio...