20070605

Post di Emergenza Sfuriata

leggendo questo blog (che tra l'altro trovo molto divertente) ho trovato un link ad una notizia.
Sento l'esigenza di esprimermi al riguardo.

Innanzitutto, non mi aspettavo che gente del calibro di Umberto Eco e, soprattutto, MArgherita Hack potessero sottoscrivere la cosa.
Ora cito e contesto.

lo studio della Bibbia, offre un approfondimento sulle "radici cristiane dell'Europa" e sui "valori, della legge naturale espressa dai dieci comandamenti"

vediamo i comandamenti, allora (dal libro dell'esodo 20, 2-17):
1 - Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dalla terra d'Egitto, in schiavitù: non avrai altri dèi all'infuori di me

questo direi che si commenta da solo. Valore della legge naturale. Sì, certo...

2 - Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra.

piuttosto monotona la legge naturale. Questo è in pratica la stessa cosa del primo. Naturalmente non si teneva conto di uomini crocifissi, perchè ai tempi della stesura dell'antico testamento ancora non se ne vedevano in giro. Quindi di quelli l'idolo ce lo si può fare. Ma sto divagando...

2 (continua) - Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano, ma che dimostra il suo favore fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

... simpatico... Dunque la legge naturale prevede che gli eredi vengano puniti per le colpe degli avi. ok. Cosa ci fa la Mussolini in Parlamento, invece che in una salina a lavorare?

3 - Non pronunzierai invano il nome del Signore, tuo Dio, perché il Signore non lascerà impunito chi pronuncia il suo nome invano.

Nel caso ve ne foste dimenticati stiamo sempre parlando di legge naturale, la quale prevede di non pronunciare il nome di Dio invano. Questo è soggetto a molte interpretazioni. Spesso le mie sono considerate bestemmie, e come tali sanzionabili a norma di legge. Non la legge naturale, a meno che essa non preveda delle multe in denaro.

4 - Ricordati del giorno di sabato per santificarlo: sei giorni faticherai e farai ogni tuo lavoro; ma il settimo giorno è il sabato in onore del Signore, tuo Dio: tu non farai alcun lavoro, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bestiame, né il forestiero che dimora presso di te. Perché in sei giorni il Signore ha fatto il cielo e la terra e il mare e quanto è in essi, ma si è riposato il giorno settimo. Perciò il Signore ha benedetto il giorno di sabato e lo ha dichiarato sacro.

benissimo. caro mondo occidentale, STIAMO TUTTI ANDANDO CONTRO LA LEGGE NATURALE E LE RADICI CRISTIANE DELL'EUROPA. TUTTI.

5 - Onora tuo padre e tua madre, perché si prolunghino i tuoi giorni nel paese che ti dà il Signore, tuo Dio.

Dunque, se i miei mi stanno un po' antipatici rischio la morte. Bene. Vorrei fare notare come molto probabilmente queste norme fossero state stabilite dagli anziani di tempi anche precedenti a quello in cui furono scritte. Anziani che magari non potevano più cacciare e combattere. Anziani che avevano una paura boia di rimanere senza i privilegi ottenuti in vita, semplicemente perchè era giunto il momento di dare spazio alla nuova generazione. La legge naturale mi pare un poco egoistica, a questo punto.

6 - Non uccidere.

questo è incontestabile. Sono pienamente d'accordo. Ma voglio porre solo alla luce una mia piccola ipotesi. Gli stessi anziani di prima, dovevano trovare un modo per convincere la tribù, o comunque il loro popolo, a non decimarsi da solo per futili motivi. Come convincere la gioventù irruenta? Pena di morte? La soluzione era peggio del male, perchè per ogni omicidio sarebbero morti in due. Vi mettiamo in prigione? E con cosa la facevano? Fango secco e canne? Inoltre magari erano anche nomadi. Poi il lampo di genio: diciamo a tutti che l'ha detto Dio! [scroscio di applausi]. ed eccoci servito il comandamento numero 6.

7 - Non commettere adulterio.

perchè se no poi qualcuno si incazza, e si finisce nei casi del comandamento 6, ed è un casino.

8 - Non rubare.

Per questo valgono più o meno le stesse considerazioni fatte per il sesto comandamento, pena di morte a parte (ma se mi pare che alcuni passi della Bibbia suggerissero la legge del taglione, o ricordo male?). Se tutti si fossero messi a rubarsi cose l'un l'altro, sarebbe successo un gran casino. Quindi ecco spuntare una regola divina ad hoc, giusto per stabilizzare la società.

9 - Non pronunciare falsa testimonianza contro il tuo prossimo.

Vedi sopra.

10 - Non desiderare la casa del tuo prossimo. Non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna cosa che appartenga al tuo prossimo.

Notiamo qui una cosa molto carina, che mi pare spesso passi inosservata. La schiavitù e dunque permessa. Ok, tutto a posto allora. Non avevamo capito niente. Se la legge naturale prevede l'esistenza degli schiavi, beh, chi siamo noi per vietarla?

Bene, questo è quanto per ciò che concerne la legge naturale. Quanto ci ho messo? meno della cinquantina di libri che formano la Bibbia cattolica, mi pare...


Ma c'è anche una ragione in più, che "è offerta dal confronto con le altre religioni, che sembrano fondare la loro tradizione su una conoscenza molto chiara e approfondita della loro dottrina, cosa che obbliga anche noi ad una conoscenza molto attenta di questo testo".

Questo punto assume che gli italiani siano tutti cattolici, il che mi sembra quantomeno eccessivo. Ne conosco qualcuno pronto ad alzare la mano per non dirsi d'accordo. E non conosco tanta gente dei 50erotti milioni di italiani. E poi perchè gli italiani dovrebbero essere obbligati a comportarsi come altre religioni, mi sfugge. No, davvero, non ho solo intenti ironici nel dirlo.
Poi, ancora, non vorrei sbagliare, ma direi che la dottrina cattolica non è propriamente fondata sulla Bibbia. Molta della tradizione non risale al medioevo? Studiamo anche quella? o proprio solo la Bibbia? Magari se leviamo le scienze e l'inglese riusciamo a fare stare tutto nelle ore a disposizione.

Servirebbe a sensibilizzare i ragazzi, e rendere più semplice il dialogo intorno ad un testo che rappresenta la storia e la cultura di tutte le religioni
cazzata. Scusate ma è una cazzata. Volete davvero farmi credere che tutte le religioni del mondo hanno la Bibbia come background? Anche l'induismo? e lo scintoismo?
Smettiamola con questo cristo-centrismo, su...

7 commenti:

bimbapixie ha detto...

Uh sì sì, rappresenta la storia e la cultura di tutte le religioni, soprattutto di quelle scomparse ancor prima che qualcuno inventasse il nostro ragionevole e democratico Dio cristiano. Se fossi in Buddha, in Apollo o semplicemente nel Sole mi offenderei.

sandman ha detto...

Sandman sottoscrive.

Jager_Master ha detto...

D'accordo al 90%.

Bovaz ha detto...

commento per affermare la mia non voglia di commentare oltre lo scempio che si fa nel mondo di ogni capacità che possa distinguere gli uomini dalle bestie.

loyano19 ha detto...

Sottoscrivo pienamente, non esiste motivo di studiare la bibbia e non gli altri testi sacri. L'articolo dice al pari di Iliade, Odissea, ma quelle sono presentate come miti, con la bibbia cosa succederà? Vogliono forse farci credere che in un governo servo della chiesa ci faranno studiare la bibbia intesa come racconto mistico senza fondamenti reali? Cioè affermando che "la bibbia è letteratura, non dogma" come diceva George Santayana? Mah, ho i miei ragionevoli dubbi...
PS: ne approfitto per fare anche un po' di spam se me lo consentirai, più che altro perchè affronto argomenti molto simili ai tuoi su
www.loyano19.spaces.live.com

Bovaz ha detto...

uhm...

non mi ero reso conto di affrontare alcun argomento...
non specificatamente almeno...

solo che quando mi istigano...

loyano19 ha detto...

esatto, diciamo che ci istigano le stesse cose allora...:D